Let´s Meet and Work together

15 set 2017 - 17 dic 2017

L'USO DELL'IMMAGINAZIONE VIC IN PSICOTERAPIA - Training I livello

Responsabile Scientifico: Dr.ssa Marisa Martinelli

E’ ormai assodato che i metodi che usano l’immaginario costituiscono un prodigioso strumento per entrare in relazione con il mondo interno dell’essere umano e una straordinaria chiave di accesso alla sfera emozionale inconscia. Conoscere le risorse dell’immaginario consente ai professionisti, che hanno già una formazione psicoterapeutica con altri metodi, di accedere ai nuclei traumatici inconsci e attingere alle risorse interiori per la soluzione di conflitti. Non solo, l’espressione artistica e il linguaggio simbolico metaforico aiutano a sviluppare le risorse creative e i processi di autoguarigione.

I recenti studi della PsicoNeuroBiologia e i contributi delle tecniche di neuroimagering (RM e SPECT) ci dimostrano l’importanza della visualizzazione creativa nello stimolare le capacità del nostro cervello di attivare nuove connessioni interemisferiche e favorire così la ri-organizzazione del cervello e la ristrutturazione della personalità in tempi brevi. Tra le forme di psico - terapie che usano delle tecniche immaginative il VIC occupa   una posizione speciale.

L’ímmaginazione catatimica  é caratterizzata di un  insieme coordinato di elementi affettivi, sensoriali, simbolici e interattivi. L’immagine ha un ruolo privilegiato in campo psicosomatico nel raggiungere velocemente i nuclei traumatici e/o disfunzionali alla base di sintomi e malattie, stimolare i processi di autoguarigione inconsci e trovare risposte psicofisiologiche e comportamentali adattive. L’utilità dell’espressione  artistica (immaginazione e disegno) consente un intervento “trauma-focused” per far affiorare emozioni, vissuti e sensazioni, poter così esplorare i significati correlati all’esperienza traumatica e promuovere nuovi pattern di comportamento.

La valenza esperienziale e la flessibilità del metodo rendono il VIC uno strumento facile da integrare nella propria realtà professionale.

Infatti, il VIC si presta ad essere integrato nella pratica di qualsiasi percorso formativo già acquisito. "In particolare, …. , mettere il VIC nella propria cassetta degli attrezzi, significa avere a disposizione un Jolly per entrare  in relazione con il complesso mondo fantasmatico dei nostri pazienti/clienti.  Rappresenta inoltre un sostegno non solo utile ma anche indispensabile quando, soli nella stanza d’analisi di fronte a situazioni difficili e delicate, sentiamo il biimmaginazione di disporre di uno spazio di riflessione creativa" (Martinelli 2009). 

Questo training è dedicato alla conoscenza e all’utilizzo dei principali temi di base del VIC. Dopo un’introduzione storica del metodo e le origini del metodo, i partecipanti devono saper riconoscere e collocare il metodo in ambito terapeutico, conoscere il setting di un’immaginazione catatimica, saper condurre un’immaginazione e utilizzare l’espressione artistica come il disegno nella propria realtà professionale.

“Imparare facendo” … Essendo un metodo creativo, questi moduli sono stati strutturati secondo “una diadattica a spirale”: le parti teoriche del metodo sono seguite da sessioni pratiche in cui i partecipanti si esercitano a sperimentare la tecnica su se stessi, a dimostrazioni in diretta, e sperimentare il metodo nei tre ruoli paziente/terapeuta/osservatore; discussione e riflessioni collettive sulle esercitazioni.

 

Il Corso si prefigge inoltre i seguenti obiettivi:

•     Fare acquisire conoscenze teoriche e aggiornamenti nel campo della psicoterapia immaginativa con il VISSUTO IMMAGINATIVO CATATIMICO di LEUNER, il “VIC”;

•     Strategie terapeutiche generali nella psicoterapia con il VIC con adulti, bambini e adolescenti e acquisizione delle varie competenze per fare interventi in vari ambiti clinici;

•     Far esperienza su se stessi del valore delle immagini e dei simboli nello sviluppo della consapevolezza di sé;

•     Imparare l’uso del rilassamento, della comunicazione espressiva con il disegno, e lo stile di accompagnamento del immaginazione guidato

•     Sviluppare l’abilità di accedere a nuclei traumatici con il VIC, a lavorare sui conflitti attraverso la creatività del terapeuta e del paziente.

 

Metodologie didattiche:  Il corso si articola in lezioni frontali standard con dibattito tra discenti ed esperto/i guidato da un conduttore (l'esperto risponde), presentazione e discussione di problemi o casi didattici in grande gruppo, esercitazioni pratiche con esecuzione diretta da parte dei partecipanti e tavole rotonde.

login
+39 049 8601818

WebSite work in progress - Last update 26 november 2014